Spesso i bambini non sono molto attratti dalla carne quanto lo sono dalla pasta o dalla pizza o da tutto ciò che contiene carboidrati. Tuttavia, l’apporto proteico della carne è necessario, soprattutto quando sono piccoli. Ecco come trovare delle alternative alla classica fettina.

È più comune di quanto si pensi, molti bambini si rifiutano di mangiare la carne.
Durante il periodo della crescita tuo figlio attraversa diversi modelli alimentari e potrebbe capitare che a un certo punto decida che non vuole più mangiare la carne. Questo avviene quando non gradisce la consistenza, la temperatura o il sapore della classica “fettina”, cucinata e messa nel suo piatto.

Ma non preoccuparti, c’è sempre una soluzione! Con un po’ di pianificazione e ingegno potrai cucinare carne a tuo figlio, senza modificare l’apporto di proteine di cui ha bisogno ma camuffando gli elementi che non gradisce. Non solo gli piacerà, ma ti chiederà anche il bis.

Vediamo insieme un decalogo di piccoli accorgimenti da utilizzare per rendere la carne più appetitosa per il tuo bambino.

I bambini e la carne: perché non la amano

Cerca di immedesimarti un momento in un bambino. Al numero uno dei motivi per cui spesso non amano la carne c’è la consistenza: richiede molta masticazione. Se ci rifletti un attimo non è davvero così strano che i bambini non siano motivati ​​a mangiare la carne con gusto.

Naturalmente ci sono altre fonti proteiche come formaggio, yogurt, legumi, ecc. tuttavia, da genitore attento all’equilibrio della dieta familiare, ti aspetti che anche il tuo bambino possa trarre beneficio da un’alimentazione sana e bilanciata che prevede l’inserimento di proteine della carne.

Questo non vuol dire preparare pietanze diverse o eliminare quei piatti dal tuo menu, ma potresti dover fare un po’ di lavoro extra.

#1 Preparazioni a prova di bambino

Come abbiamo già detto la consistenza è il primo fattore che incide sul consumo di carne nei bambini, quindi è importante renderla più appetitosa. Ad esempio, puoi pensare di eseguire una marinatura prima della cottura. Ti bastano pochi ingredienti come olio, limone e rosmarino, che penetrando all’interno delle fibre renderanno la carne più saporita.

Oppure, per quei tagli che lo consentono, puoi utilizzare una cottura lenta per ottenere una consistenza più morbida, come per il brasato e lo stracotto.

Puoi tentare anche con la cottura alla griglia, dove il formarsi della crosticina esterna in contrasto con la morbidezza interna potrebbe ingolosire anche i più piccoli. Insomma, modificare la consistenza della carne è una delle possibili soluzioni primarie per invogliare i bambini al consumo di carne.

#2 “Mamma, Papà, questa carne non sa di niente!”

Un altro problema della carne è la probabile mancanza di gusto.

In questo caso non lasciarti tentare da condimenti d’accompagnamento poco sani come salse o formaggi grassi. Nonostante sia un’alternativa facile ed economica, ai fini di un’alimentazione equilibrata, non puoi proporli sempre per invogliare il bambino a mangiare la carne.

Il sale va bene, purché sia ​​usato con moderazione, e quel po’ di sale può fare molto in termini di gusto. Salse e formaggi grassi lasciali da parte per le occasioni speciali.

#3 A piccoli morsi

I bambini mordono un pezzo di carne e se ne pentono immediatamente perché è difficile da masticare e vengono subito sopraffatti dalla consistenza. Le prime volte che la cucini taglia la carne a dadini o in strisce sottili. Inoltre, cerca di mantenerla più piatta e sottile possibile.

Una cena golosa e divertente?

BurgerTour è piu` di un hamburger: è l’evoluzione della bistecca in un formato pratico, semplice e velocissimo da preparare. Squisito, originale e perfetto per la famiglia.

Scopri la gamma

Questa operazione diventa molto più facile se cucini dei piatti composti da carne macinata: deliziose polpette o dei gustosi hamburger. La loro morbidezza e la possibilità di essere “sbriciolati” con la forchetta, li rende uno dei piatti preferiti dai più piccoli.

#4 Strategia impanatura

I bambini amano le impanature. Questo trucchetto è utilissimo e dovrebbe essere usato fin da subito per poi passare lentamente alla carne con impanatura minore o assente. Ci sono tanti ingredienti con cui puoi impanare la carne: pan grattato, cornflakes, farina di mais o cracker sbriciolati.

Anche se l’impanatura richiama l’idea della frittura, per rendere questa proposta più leggera puoi cuocere la tua carne impanata anche in forno.

#5 Descrivi il cibo in modo divertente

Inventare nomi divertenti ai cibi che proponi al tuo bambino li rende molto più appetibili. Le crocchette di pollo fatte in casa diventano delle “pepite d’oro” scovate in una miniera abbandonata grazie a una mappa del tesoro trovata dietro al divano.

Divertiti anche tu, ai bambini non importa se ciò che inventi non ha molto senso.

Tra l’altro cucinare insieme fa sì che si interessi al cibo che stai preparando e sentendosi coinvolto non vedrà l’ora di assaggiarlo.

#6 Il panino della festa

Inserire la carne nel pane è un’altra strategia, d’altronde i bambini sono sempre attratti dal richiamo del fast-food. Proponendo la tua versione del panino, con hamburger di qualità, puoi selezionare i migliori ingredienti freschi e di stagione per un piatto gustoso che tuo figlio amerà al primo sguardo. La consistenza morbida e succulenta dei burger è facile da masticare, accompagnata dal pane del tuo fornaio di fiducia, regaleranno un momento di vera gioia al tuo bambino.

BurgerTour, gli eroi salvapasto

Tutte le soluzioni elencate richiedono un minimo di organizzazione anticipata per poter portare in tavola un pasto che attiri l’attenzione di tuo figlio.

Il tempo non sempre basta per permetterti di preparare tutto in anticipo, così non riesci sempre ad accontentare i gusti di ogni membro della famiglia, soprattutto quando in settimana tra lavoro e impegni non può dedicare troppo tempo alla preparazione di pranzi e cene.

Per aiutarti a portare in tavola un pasto completo e bilanciato, che accontenti grandi e piccoli e garantisca l’apporto proteico di cui ha bisogno il tuo bambino ci sono gli eroi salvapasto: i Burger Tour.

Non c’è da meravigliarsi, le carni dei BurgerTour sono tra le più saporite e se cucinate a puntino morbide e succulente, per un sapore e una consistenza che piacerà tantissimo ai piccoli di casa.

Con i BurgerTour hai la praticità di un burger pronto in 7 minuti e la possibilità di scegliere la tipologia di carne che più ami, oppure di provarne quante ne vuoi perché BurgerTour porta sulla tua tavola una selezione di carni provenienti da tutto il mondo.

Alla scoperta della carne perduta

Fai provare e scoprire al tuo bambino tutti i BurgerTour, sceglierà in autonomia il suo burger preferito: prelibate selezioni di succulenta carne di Angus Australiano o Irlandese, oppure le nostrane Scottona e Fassona. Magari esplorerà le più insolite carni di cervo e cinghiale, o diventerà un esperto di agnello della Nuova Zelanda.

I Burger Tour sono confezionati in pratiche porzioni: mini-burger da 60 grammi in confezioni da 6 (2 burger per ogni selezione di carni pregiate della gamma Burger Tour), con 6 bandierine abbinate, a seconda del paese di provenienza della carne. Anche per questo sono perfetti per tutta la famiglia perché divertono e piacciono anche ai bambini!

I Burger Tour sono certificati “Gluten Free” quindi adatti ai celiaci. Cercali nel banco surgelati del tuo supermercato di fiducia.

Share This