Nelle serate d’inverno il weekend si traduce spesso in una cena a casa, una scelta economica e… calda che molti preferiscono alle uscite per locali o al ristorante. E se la tua comitiva è fatta di sportivi, puoi soddisfare tutti con una proposta capace di coniugare divertimento, gusto e fabbisogno proteico. Ecco come fare.

Mantenere i risultati sportivi ottenuti con costanza e allenamento è una questione di buona volontà e organizzazione certosina, che passa specialmente dal tipo di alimentazione quotidiana. È necessario infatti programmare con meticolosità la spesa e i pasti da effettuare durante la settimana. Diventare esperti è un di più che permette di calcolare, nell’abbinamento dei piatti, la quantità di nutrienti di cui si ha bisogno.

Certo, lo “sgarro” è purtroppo sempre dietro l’angolo e non è facile riuscire a mantenere gli impegni presi, soprattutto quando arriva l’appuntamento a cena fuori o l’invito a casa per riunirsi in compagnia degli amici. Niente paura, portali tutti da te, e stupiscili con dei piatti leggeri e gustosi. In questo articolo ti proponiamo delle idee semplici capaci di coniugare il tuo fabbisogno nutrizionale giornaliero, con la voglia di gustare qualcosa di diverso, da condividere con i tuoi ospiti più esigenti.

Trovare il giusto equilibrio per un piatto da super sportivo

Un pasto ben bilanciato riesce a fornire perfettamente al tuo organismo i nutrienti di cui ha bisogno: i tanto temuti carboidrati (meglio se integrali), le fibre e i minerali di frutta e ortaggi, le proteine di carne, pesce, uova o formaggi. Questi nutrienti devono essere ben bilanciati durante i pasti quotidiani; le proteine e i carboidrati devono essere presenti a ogni pasto e durante la giornata è bene consumare 3 frutti e 2 porzioni di verdura che possono accompagnare o concludere i pasti principali.

Ovvero, in ogni pasto dovrebbe esserci:

  • una porzione generosa di verdure e fibre utili per limitare l’assorbimento dei grassi e per contribuire ad aumentare il senso di sazietà. Infatti sono molto gettonate le insalate proteiche che trovano successo fra gli sportivi e le persone che seguono una dieta ipocalorica.
  • una buona quantità di proteine, fondamentali per “nutrire” i muscoli: quindi sì a carne e pesce, uova, formaggi (facendo però attenzione ai grassi);
  • una moderata dose di carboidrati, preferibilmente di ottima qualità e integrali, con un basso indice glicemico;

Le fonti di fibre e minerali devono esserci sempre

Dopo settimane di regime alimentare controllato avresti voglia di “sgarrare” con qualcosa di goloso, ma ci sono gli amici che vengono a cena e anche loro seguono il tuo stesso piano nutrizionale. Non puoi proporgli la classica insalatina, ma neanche un piatto troppo ricco di grassi e carboidrati che andrebbe a minare l’allenamento del giorno successivo.

Se hai della lattuga romana o dell’iceberg croccante a disposizione, un’insalata è quello che ci vuole, ma non la classica triste insalatina, bisogna renderla più golosa con prodotti freschi e salutari.

Sbuccia le arance, taglia a fette sottili i finocchi e sgrana i chicchi dal melograno, tutti prodotti freschi di stagione, per aggiungere alla tua insalata un tocco appetitoso. Non esagerare con il condimento di olio e sale ma trasformala con qualche goccia di aceto balsamico. Il melograno contiene 70 kcal ogni 100 grammi ed è considerato un super food, frutto portentoso, ricco di vitamine e antiossidanti, un vero concentrato di vitamina C.

Una cena golosa e divertente?

BurgerTour è piu` di un hamburger: è l’evoluzione della bistecca in un formato pratico, semplice e velocissimo da preparare. Squisito, originale e perfetto per la famiglia.

Scopri la gamma

Oppure punta sul tocco di colore del cavolo viola, per un’insalata freschissima accompagnata dalle carote. Il cavolo viola rispetto al cavolo verde ha un contenuto 10 volte superiore di vitamine A e il doppio del ferro, perfetto da consumare crudo.

Taglia finemente cavolo viola e carote e condisci il tutto con una salsa preparata con un cucchiaino di yogurt greco, senape e aceto balsamico, puoi aggiungere anche qui dei chicchi di melograno prima di servirla per un effetto wow assicurato.

E se invece puntassi sugli spinaci? Sono ricchissimi di ferro grazie al loro apporto di 2,9 mg per 100 grammi di prodotto fresco, che li fanno andare sul podio assoluto fra gli ortaggi. Per cuocerli non bollirli in acqua, la bollitura tende a disperdere il loro prezioso carico di minerali, basta semplicemente cuocerli in padella a fuoco basso o in alternativa a vapore, ci vogliono solo pochi minuti.

Una volta cotti rendili più golosi con stile; aggiungi della frutta secca come noci, pinoli, nocciole o mandorle tritate, dell’uvetta e delle mele disidratate. Gli spinaci saranno trasformati con un gusto delicato ma nuovo che colpirà il palato dei tuoi amici.

Occhio ai carboidrati ma commisurati all’attività spoltiva quotidiana

Del pane integrale può essere di accompagnamento a una cena ben bilanciata tra fonti proteiche e fibre alimentari, attenzione però a non esagerare con le quantità. I carboidrati possono essere assunti anche a cena, ma in maniera relativa al consumo energetico giornaliero, alla composizione degli altri pasti e al tipo di attività motoria praticata.

Passa quindi alle fonti proteiche.

Dopo aver pensate alle fibre e ai carboidrati bisogna pensare alle fonti proteiche; di sicuro non puoi cucinare una bistecca a testa per tutti i tuoi amici. Per quanto l’ospite sia sacro è meglio puntare su una pietanza alternativa che ti faccia fare bella figura e ti garantisca l’apporto proteico di cui avete bisogno senza spendere un capitale.

Prova i Burger Tour! Non considerarli dei semplici hamburger: sono così ricchi di carni pregiate (e, di conseguenza, delle migliori proteine) che rappresentano una vera e propria evoluzione della bistecca. Con una differenza fondamentale: hanno un formato pratico e veloce da preparare soprattutto quando si è in tanti a cena. Sei già con la con la calcolatrice in mano per controllare calorie, grassi e proteine?

Ecco una selezione di Burger Tour perfetti per il tuo piano alimentare, stupisci i tuoi amici con una selezione di carne di qualità. In particolare, non puoi perdere:

  • Burger di bufala campana, ricco di proteine e povero di grassi, particolarmente magro e poco calorico. Questa carne viene inserita nelle dieteper via del suo basso contenuto di calorie, non presentando quasi completamente grasso all’interno della massa muscolare, ma solo nella copertura esterna che si separa facilmente dalla parte magra. Trovi due gustosi burger di bufalo campano nella gamma Italian Tour di Burger Tour, insieme a Fassona piemontese e scottona.
  • Burger di scottona con un apporto calorico mediamente basso e con una buona percentuale di proteine, è un burger ottimo per chi pratica sport e segue un regime alimentare bilanciato. Questo prelibato burger si trova nel Beef Tour, insieme all’Angus irlandese e la Fassona piemontese.
  • Burger di cervo, proteici e con pochissimi grassi. Cento grammi di carne di cervo contengono 20 grammi di proteinee solo il 3% di grassi. In più, la carne di questo animale selvaggio è ricca di acidi grassi omega 3. Per questi suoi eccellenti valori nutrizionali, la carne di cervo è perfetta da consumare dopo l’attività fisica. Nella gamma Special Tour trovi un tris di carni gustose e selvagge, il cervo è in compagnia del cinghiale e dell’agnello della Nuova Zelanda.

A ciascuno il suo Burger Tour!

E se ogni membro della comitiva ha gusti differenti, fai scegliere loro la gamma che preferiscono, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Soddisfa tutti i palati mettendo insieme 3 esemplari 3 razze diverse provenienti da 3 paesi diversi. E in più vi divertirete con le simpatiche bandierine abbinate a ogni tipo di carne per indicarne i Paesi di provenienza.

BurgerTour sono confezionati in pratiche porzioni: mini-burger da 60 grammi in confezioni da 6 (2 burger per ogni selezione di carni pregiate della gamma BurgerTour), con 6 bandierine abbinate, a seconda del paese di provenienza della carne.

BurgerTour sono certificati “Gluten Free” quindi adatti ai celiaci. Cercali nel banco surgelati del tuo supermercato di fiducia.

Share This